GENERAZIONI FUTURE. Società Cooperativa di Mutuo Soccorso Stefano Rodotà.

2021 27  Aprile.
A. C. A. segreteria  per lo smistamento agli uffici dei dipartimenti di competenza
Società Cooperativa di Mutuo Soccorso Generazioni Future. 
Sottopongo alla Vostra Attenzione una presentazione sintetica di un progetto per il recupero dei BENI COMUNI nelle attività di trasformazione   transizione monetaria ecologica solidale .
Il progetto, uno di tanti che potrà realizzare la società Cooperativa di mutuo soccorso, necessiterà del supporto e la collaborazione del dipartimento educazionale e informativo.
Sono Carlo Antonello denomino  e promuovo: Il Banco dei Cittadini Volontari del progetto VAL.AZ.CO. ma al progetto si può valutare assieme quale denominazione sia più opportuna.   

Il progetto propone "nuovo paradigma. un nuovo sistema socioeconomico di scambio solidale consapevole finalizzato al recupero dei NOSTRI BENI COMUNI; atto conseguentemente a ridurre la povertà e le ristrettezze per scarsità di Euro. Intendiamo conteggiare il valore degli scambi delle nostre attività produttive creative e di servizio, per estrarne il valore affinché resti e circoli quale bene comune nella cooperativa/comunità che lo ha generato. Valore generato potrà sostenere più agevolmente altre attività di recupero e valorizzazione di BENI COMUNI.
PROGETTO VAL.AZ.CO. più semplicemente Progetto VAL
Obiettivo:  Recuperare, partendo dal basso, il valore potenziale del lavoro e dello scambio, attraverso la maggior circolazione ed uso dei beni e servizi comuni;  con meno euro, o anche  senza.
Conosciamo i contenuti e gli aspetti restrittivi del sistema monetario speculativo attuale…. Pur riconoscendone i benefici  raggiunti dal mondo cosi detto .. occidentale.  Benefici … che di questo passo andiamo a perdere.
Da questa situazione di continua riduzione dei servizi e dei beni, cerchiamo almeno in parte di sottrarci, con un cambio di paradigma e una nuova visione solidale socio economica, per riappropriarci di quanto è nostro.
Ci proponiamo di prendere in considerazione i nostri beni comuni, dal più semplice … il valore del nostro lavoro, delle nostre attività di scambio.  Il Progetto VAL.AZ.CO.
VAL
orizzatore  delle Azioni COncordate  (più semplicemente VAL ) vuol essere supporto concreto, a tutti i soci di GENERAZIONI FUTURE  e oghi altra persona che che volesse  parteciparvi.
-A- scambia una attività un servizio un bene con  -B-
-A- e –B- si accordano sul valore dello stesso.
- Quel valore numerico, viene trasferito da B  ad  A  quale giustificativo dello scambio di quel bene (e come accantonamento per scambi di beni di maggior valore). Quel valore numerico è bene comune in gestione d’uso dei cittadini e attività produttive: artigianato agricoltura commercio ecc. che quei servizi e scambi hanno prodotto e realizzato. Quel valore-bene-comune rappresentata un primo indispensabile passo da realizzabile per incominciare a recuperare valori e beni comuni. Base dalla quale pensiamo di ottenere gestire e riottenere recuperare beni comuni perduti.
Osserviamo le caratteristiche della società nella sua organizzazione attuale; dove il valore circola attraverso un sistema monetario speculativo a vantaggio di pochi.
Dalla massa del popolo dei Cittadini viene estratto valore comune attraverso le prestazioni lavorative, attraverso retribuzioni buone e meno buone fino a comprendere lo sfruttamento, nelle sue innumerevoli forme, che non ci dilunghiamo ad elencare. Buon ultimo, l’organizzazione l'apparato rappresentativo dello stato”, sottrae ulteriormente beni comuni, svende BENI NOSTRI giustificandsi attraverso “media” compiacenti asserviti con relativamente false affermazioni e “scuse”,  tipo:  ci servono soldi, pareggio di bilancio. E altre quantomeno discutibili informazioni.
Il valore nostro, potenzialmente di tutti, è quello lavorativo che viene estratto e accumulato da “pochi” gestori dell’apparato finanziario, non finalizzato ai nostri beni comuni.
Lo Stato, NOI, nella necessità di realizzare quei servizi di cui necessitiamo, ci forniamo del denaro,  denaro che  viene concesso dal mercato finanziario.
Il Costo di quel denaro non è determinato da una contrattazione bilaterale, bensì dal cosi detto mercato finanziario che dal denaro cerca di ricavare altro denaro.
Inevitabilmente  non saremmo mai in grado di rendere 100 + 2% (o quale che sia la percentuale di tasso di costo del denaro) se abbiamo inserito in circolazione  solo 100. Questo è il meccanismo ulteriore della  sottrazione pianificata e continua dei beni comuni dell'atuale sistema monetario a debito.
Questo è il paradigma attuale, per far circolare servizi all’interno della collettività del paese, si chiedono  denari al mercato esterno, quei  denari rappresentativi del valore che prima e stato estratto dalle attività di cittadini, e poi concesso a interesse ai cittadini stessi, richiedendone  un utilizzo condizionato e forzoso.
Questa a nostro avviso, in estrema sintesi la società nella sua organizzazione attuale. Organizzazione predatoria dei beni comuni dalla quale, e indispensabile trovare nuovi comportamenti atti al contrasto, e al recupero.
*****
Vogliamo realizzare in convenzione ( a partire dai soci che ne comprenderanno la validità ) una nuova consuetudine. Affianchiamo  una  virtuale PIAZZA di incontro per lo scambio reale, (denominata Pagine Azzurre) dove  il Progetto dei Cittadini Volontari del Val.Az.Co. intende, esibire e favorire gli scambi per riappropriarci del valore determinato delle attività dei Cittadini. Quel Valore  potrebbe “almeno in parte”, essere estratto/contabilizzato e rimanere di fatto nella disponibilità comune. Alcuni monetaristi  propongono la rappresentazione denaro come proprietà. Noi Cittadini Volontari consideriamo quel valore estratto bene comune in concessione d’uso.
Valore del bene comune conteggiato è finalizzato alla maggior circolazione dei servizi necessari e alla riduzione delle ristrettezze che le circostanze correnti hanno ancor più messo in evidenza.
Il progetto intende evitare la totale estrazione del bene comune da parte di soggetti terzi che oltre ad estrarlo quel valore lo ripropongono in quantità insufficiente e ad un costo determinato unilateralmente, che sospinge verso quelle restrizioni che sentiamo sempre più soffocanti.
Studiare e lavorare per porre un argine affinché  i valori e i beni comuni non siano sottratti ad ulteriore danno delle generazioni future non è solo una finalità della “società Cooperativa di mutuo soccorso”, ma un dovere naturale.
I valori dei servizi scambiati sono beni comuni, “dove c’è scambio c’è vita”.
*****
Attualmente la moneta circolante che lo rappresenta è prevalentemente il virtuale “BYTE” .  Con la tecnologia attuale possiamo, superare l’impasse del sistema speculativo e realizzare se pur gradatamente un sistema socioeconomico, un nuovo benessere diffuso, favorito dalla circolazione di quel valore estratto che consideriamo quota promozionale, nostro bene comune in disponibilità e comodato d’uso.
Per maggiori informazioni :  osservazioni che stanno alla base del progetto
“Osservazioni per lo studio e la ricerca di un nuovo benessere”.        
http://www.cittadini-volontari.it/428355140
Per PRE ISCRIZIONI per entrare culturalmente e concretamente nel nuovo paradigma
http://www.cittadini-volontari.it/445861323
La piattaforma  del VAL.AZ.CO.  per la gestione del contributo di esistenza in concessione d’uso è di imminente disponibilità, e più rapida sarà la realizzazione  con la comune collaborazione.
Pagine-Azzurre nostra piazza di circolazione di scambi dei nostri beni comuni, (in fase di realizzazione. avrà una più rapida realizzazione con la comune collaborazione).

 Promotore Carlo Antonello cell: 3356880161.  0118224517